baciamoci

Ti bacerò in posti che non sai di avere

Ti bacerò in posti che non sai di avere
anticonvenzionali, antigravitazionali ;
concezionali, baci di concepimento.
Concepiamoci di monde astuzie,
leggere primizie, tra le scarpe
e i divani, e le porte,
tu l’inizio di mille rotte,
fosse solo per il tuo lieve sudore
che è il sogno del tempo,
la polluzione del silenzio,
abbracciarti è allo stesso modo
il dopo e il prima, simile al vento.
Baciamoci nei vuoti che i baci hanno lasciato,
collimiamoci come un tetris di affetto.
Lo faremo neanche accorgendoci,
stando vicini, la pelle sa dove andare,
e cosa dire, è rimasta trasognata,
è fatta per accomodare,
la pelle sa come farsi baciare.