Mi adatto

Io mi adatto a tutto
alle montagne piene di neve dietro i palazzi
ai soliti percorsi che mi lanciano nella buca nera.
il passato è un macchina con i fanali
vista dallo specchietto retrovisore
spero che non si fermi l’ascensore
e non chiamare nessun servizio
attivo 24 ore, io mi adatto
alla politica che cambia
al sotto costo dei supercati
mi adatterei sicuramente ai suoi baci
mi sono già disadattato abbastanza
ho punti di partenza che prendono
già in considerazione
il fatto che certe cose sono illusione
un certo amore è come la svapata
della nebbia mattutina
prendo in considerazione
che prima o poi si muore
e che il paradiso migliore che puoi trovare
è una donna che ti aspetta al primo piano
possibilmente senza pagare
io mi adatto a tutto mi appiattisco
mi adatto a brevi conversazioni con militari
con zingare che mi vogliono vendere anelli d’oro finto a venti euro ma sono io che rubo i loro sorrisi
mi adatto alla merda dei cani per strada
a tutto quello che porta via la pioggia
mi adatto a non toccare,
a nascondermi dietro un dito
mi sono adattato a non fidarmi del mio corpo
sono dentro a uno sconosciuto
mi adatto al sole che abbaglia
abbasso gli occhi come davanti alle tue gambe
ci stiamo tutti allenando a non farci più sentire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...