come una rondine che ha perso la rotta

I tetti come onde immobili
palazzi senza salsedine
mi anestetizzo di caldo
potrei essere seduto in fondo a un concerto
sentire i tocchi della tua lingua
come dita morbide su un basso elettrico
occhi belli come treni in corsa
confondere il cuore con la grancassa
due birre ancora piene sul tavolino
capelli come corde di violino rotte
il tuo collo ha aromi naturali
sei un’isola una terra di mirto
cos’è questo fiore nero che sboccia
senza odore, senza sudore
mi ritiro in un fienile come una rondine
che ha perso la rotta.

Annunci

4 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...