Siamo tutte pentole, senza un calore che ci scaldi, non serviamo a un cazzo

-Preferisci un amore a gas o a induzione?-
– Ora non saprei, mi cogli impreparato, tu?
– A induzione ovviamente, a gas più della metà del calore sprigionato va a finire dappertutto tranne che nella pentola.
-Tu mi vedi come una pentola?
– Siamo tutte pentole, senza un calore che ci scaldi, non serviamo a un cazzo.
– Nessuna mi aveva mai detto queste cose, sei così originale e bella..
– Beh così saprai stupire la prossima donna che incontrerai
– Me lo daresti un bacio a induzione?
– no! Che dici?
– a intuizione?
-cioè?
-Un bacio intuito, io ad esempio su di te ho intuito baci mentre parlavi e…
– Ma mettiti un dito su per il culo porco!
– Ma porco non è esagerato?
– E che devo dirti? Cavallo? Pesce spada? Mi hai fatto passare l’appetito, addio.-
E così Federica se ne esce dal sushibar, ha lasciato il segno del rossetto sul calice di vino, appoggio le labbra nel punto in cui le ha appoggiate lei, c’è ancora un po’ di calore e anche di vino. Poi finisco il sushi che ha lasciato nel piatto, prendo la pallina verde di wasabi , la succhio come una caramella che brucia gli occhi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...