La prossima volta

 

La prossima volta scegliamo un film giusto
con la luce che illumina le braccia
seduti come in un decollo,
mettiamo in ammollo due o tre anni
come una tisana da buttare via
il tuo viso non dovrebbe mai essere così stanco
c’è stato un momento in cui eravamo padroni degli acrilici
quel quadro appoggiato al muro
voglio pensare che non si asciughi mai
quei regali mi mettono malinconia
basterebbe un film giusto,
quindici pollici, cento mani
carezze sui polsi
diventiamo bestioline ferite
lontani, ci feriamo nelle stesse strade
la felicità di un gelato al pistacchio di bronte,
in quel paio di scarpe nuove
che hai riposto nell’armadio
ho visto la tua felicità nel velo di carta
come una cosa da avvolgere ogni giorno
la sensibilità che ci consuma
meriti le migliori creme per il corpo
e qualcuno che te le spalmi come una meditazione
la tua leggerezza di china e pentagramma
così lontana dalla code alle poste
e dalle firme per gli affitti
non meriti nessun mal di stomaco
la prossima volta scegliamo un film d’autore.

 

 

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...