chi palpa la polpa

Si è sempre distratti ai profumi dei fiori

a chi può importare, se non per decorazione

ai morti, si fanno deflorare da morti

nei nomi di essenze, gli uomini sono bestie morte.

Vince chi si butta, chi palpa la polpa

non è vero che conta la bellezza

Stiamo ritornando bestie velocemente

avvolti dalla vita, nella morte che crea chi sceglie

l’intraprendenza del nulla.

E così anche gli oggetti stanno morendo

la morte ha superato se stessa,

muore ciò che è morto

come un fuoco d’artificio

in questo oceano di macchine morte

di lingue morte,

si ha fame di ciò che ci uccide.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...