Mi sembrava che per amare bastasse avere gli occhi nella pancia

Ascoltavo Elettrica Salsa, ignorando per forza di cose
la qualità delle mie scelte.
Mentre la vita prendeva a zappate la mia anima
lo aveva già fatto. Il concentrato del piacere
è l’ingenuità, avrei voluto riattaccare ogni foglia.
C’è una specie di centrifuga buia sullo sfondo,
da una parte butta il succo, dall’altra la pelle.
Mi sembrava così forte l’uomo, in confronto all’erba,
e quel che accadeva ogni tanto, era l’errore di un ingranaggio;
ragazzi finiti tritati nelle balle del fieno,
persone esplose con la loro macchina.
Ero sicuro che la voce degli uomini,
fosse più forte di quella dei galli,
che la musica, aggiustasse tutto in qualche modo.
Mi sentivo così distante, da chi parlava solo di motori
di vacanze, e scarpe e profumi per rimorchiare,
non sapevo che quegli occhi erano da proteggere,
per quanto inutili,
con quegli occhi ho sentito più amore nei cani e nelle piante
ho sbranato qualcosa anche io,
in quel sentirmi braccato.

10534655_10206962922248935_7636403461788236394_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...