Il grattacielo fatto di acqua

Il grattacielo fatto di acqua era a tutti gli effetti, un acquario di settanta piani. Al suo interno; sardine, pesci volanti, delfini nani e una piccola balena blu. Tutto attorno, panchine con wifi libero, «Mamma perché hanno costruito una casa così?» aveva chiesto Fabia, «Perché l’acqua è importante, ogni città ha grattacieli d’acqua». La piccola balena blu, ogni tanto risaliva in superficie per prendere una boccata di nuvole, e dallo sfiatatoio faceva piovere tutto attorno al grattacielo. La madre prese la mano della figlia e alzarono tutte e due il viso per prendere la pioggia in faccia, era primavera, le braccia di quella giovane madre e quelle della bambina, erano disegnate con margherite, un fiore scomparso dalla terra; i disegni più diffusi, erano ciclamini, girasoli, o semplicemente alberi. Al tatto di quello sbruffo di balena, le margherite si allungarono e uscirono dalla loro pelle con lunghi steli, e in un abbraccio di foglie e petali, crearono ossigeno. In quella città, priva di vegetazione, l’unico modo per respirare era abbracciarsi, o provare emozioni.

12141005_10206893397990872_541363995575775205_o

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...