Campeggio

La tua prerogativa
di stravolgermi come una canzone figa
vorrei un contatto analogico con te
una cosa vecchio stile,
una notte bianca sul letto
mi accordi il fiato
mi accordi i ricordi
mi ammorbi di cose azzurre
sei fatta di blu
sei come un sole blu che entra nel mare
e forse baciarti è come sentirsi
dentro una roulotte in campeggio,
con fuori le lampadine gialle e calde accerchiate di insetti
ed un vecchio materasso che puzza di notti
baciarti forse è come sentirsi su qualcosa che abbia le ruote
affossate nel fango
una vacanza ogni giorno
forse con te godere
mentre fuori giocano a carte
e schiamazzano sui tavolini da campeggio
ancora sporchi di riso e vino rosso
mentre la pelle scivola sporca di cibo
la dolcezza di guardare tutto da una tendina
da una porticina
non troppo lontana dal mondo
come qualcosa che salva,
il tuo sguardo un bene rotondo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...