Lo sputo

Le sputacchiere quel trionfo di igiene del secolo scorso, sono oggetti estinti, come i pitali in ceramica, cose per collezionisti. Oggi si sputa un po’ dappertutto, ok è un reato sputare in certi posti, ma non è ammazzare, e pur sempre solo sputare. La saliva di Greta è una medicina rara. In fondo anche il cielo ci sputa e ci fa bene.
Questa è la storia di Greta la ragazza che sputa sopra ogni cosa per guarirla. Se sei terra asciutta, ti ricrea con uno sputo, ti plasma come la creta.
Se stai un po’ più male occorrono due sputi, se stai messo malissimo devi farti sputare un giorno intero.
Greta si era accorta di questo suo particolare dono, sputando addosso al suo fidanzato a cui piaceva farsi sputare, lo guarì da una depressione mascherata da spiderman. Per la precisione divenne euforico, infatti lasciò Greta con un ottimismo sconfinato.
-Ti lascio Greta! Perchè mi hai reso troppo felice, perdonami!-
Greta pianse molto, perché l’amava, giurò di non sputare ma più addosso ad un amore. Quando conobbe Rossano, tenne questa cosa per sé, dopo una settimana di baci, Rossano le confidò che non aveva più male alla schiena, erano sparite le verruche e anche una serie di malattie veneree; disgustata dalla cosa fu Greta a lasciarlo.
Greta incominciò a farsi due domande. –Sarà la mia saliva?- E ponendosi questo interrogativo, si umettò la punta del dito con un po’ di saliva e con questa toccò una formica morta, questa riprese a muovere le zampette.
-Non devo baciare più in bocca chi amo o scapperà via da me… – Pensò -…oppure scappero io…- Ma le cose da fare senza saliva erano davvero troppe. Così per un anno si eclissò all’amore, ma fece risorgere tante formiche, anche un passero, una volta resuscitò un anziano caduto per strada , le sputò in faccia per guarirlo subito, e poi scappò dalla vergogna tra le invettive ingiuriose dei passanti che si trasformarono in stupore. Un cieco sotto i portici sentì la punta di un dito umido sopra i suoi occhi e dalla nebbia apparve il sorriso di Greta, ma lei svanì mentre il cieco gridava al miracolo. Faceva queste piccole cose, e ritornava a casa a baciare la solitudine per farla brillare in uno sciame argentato di fantasia, a creare lucciole sputando nella notte. Infatti la sua città venne soprannominata “la città delle lucciole”, e si cominciò a parlare dei poteri di una donna sconosciuta. Ma di Greta si persero le tracce. Si dice che ora stia con un uomo molto più grande di lei, che con lei lui abbia ritrovato le forze, si dice abbiano una casa con un giardino immenso di azalee  e tanti animali, in qualche parte del mondo.

4 comments

  1. no l’opposto, anche baciare comporta un minimo scambio di saliva, e quindi di amore e nel suo caso di guarigione, ma la sua saliva smascherava le persone, ok poteva incontrare persone migliori, ma magari non avrebbe mai capito quante cose potesse fare con la sua saliva, salivare-salvare, insomma che mondo sarebbe senza la saliva. Salvifica poi che bella parola.

  2. Le sputacchiere quel trionfo di igiene del secolo scorso, sono oggetti estinti, come i pitali in ceramica, cose per collezionisti. Oggi si sputa un po’ dappertutto, ok è un reato sputare in certi posti, ma non è ammazzare, e pur sempre solo sputare. La saliva di Greta è una medicina rara. In fondo anche il cielo ci sputa.
    Questa è la storia di Greta la ragazza che sputava sopra ogni cosa per guarirla.
    Greta si era accorta di questo suo particolare dono, sputando addosso al suo fidanzato a cui piaceva farsi sputare, lo guarì da una depressione mascherata da spiderman. Per la precisione divenne euforico, infatti lasciò Greta con un ottimismo sconfinato.
    -Ti lascio Greta! Perchè mi hai reso troppo felice, perdonami!-
    Greta pianse molto, perché l’amava, giurò di non sputare ma più addosso ad un amore. Quando conobbe Rossano, tenne questa cosa per sé, dopo una settimana di baci, Rossano le confidò che non aveva più male alla schiena, erano sparite le verruche e anche una serie di malattie veneree; disgustata dalla cosa fu Greta a lasciarlo.
    Greta incominciò a farsi due domande. –Sarà la mia saliva a guarire?…salivare… salvare…BoH!- E ponendosi questo interrogativo, si umettò la punta del dito con un po’ di saliva e con questa toccò una formica morta, questa riprese a muovere le zampette.
    -Non devo baciare più in bocca chi amo o scapperà via da me… – Pensò -…oppure scappero io…- Ma le cose da fare senza saliva erano davvero troppe, non poteva accontentarsi di una relazione asciutta. Così per un anno si eclissò dall’amour, ma fece risorgere tante formiche, anche un passero, una volta resuscitò un anziano caduto per strada , le sputò in faccia per rianimarlo subito, e poi scappò dalla vergogna tra le invettive ingiuriose dei passanti che si trasformarono in stupore. Un cieco sotto i portici sentì la punta di un dito umido sopra i suoi occhi e dalla nebbia apparve il sorriso di Greta, ma lei svanì mentre il cieco gridava al miracolo. Faceva queste piccole cose, ritornava a casa a baciare la solitudine per farla brillare in uno sciame argentato di fantasia, a creare lucciole sputando nella notte. Infatti la sua città venne soprannominata “la città delle lucciole”, si cominciò a parlare dei poteri di una donna sconosciuta. Ma di Greta si sono perse le tracce. Si dice che ora stia con un uomo molto più grande di lei, che con lei, lui abbia ritrovato le forze, si dice che abbia trasformato un deserto in un giardino immenso di azalee . Qualcuno più maligno dice che sia dedita a salivificare l’umanità in corso Unità.

  3. Sono le stesure precedenti? Salivare il mondo non è mai stata una missione tanto importante e nascosta, ma ora, grazie a te la conosciamo. Quindi le sputacchiere sono contenitori di salvezza?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...