Profumi di fresco

Profumi di fresco,
profuma di fresco anche il tuo culo
figuriamoci il resto.
Anche Jung si fumerebbe una pipa davanti a te
e direbbe che sai di fresco.
Le tue labbra sanno di fresco,
le tue mani pure.
Sembri stare sempre nell’ombra
sei una collina di uve,
ed il tuo sapore è la pelle di un frutto che si lacera
renderesti cera ogni parola,
mi basta il silenzio per ricordarti,
una poesia è già troppo.
Sei il corpo profuso ad una fontana,
la gioia nel berti con gli occhi,
la notte che profuma di prati
sei l’aria dei baci, che si nasconde
in ogni angolino del mondo
il respiro che fa scivolare la notte
qualcosa che il sole non ha ancora seccato.
Sei la mia giovinezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...