Bah

Ieri al pranzo di natale c’erano cameriere giovani.
Mi piace guardare i cenni e i sorrisi, dei maschi
come per confidarsi segreti,
come se nessuno si fosse accorto che ci stanno fighe.
E cosa le farebbero, e cosa le direbbero,
tutto è leggibile nei loro occhi.
Senza una sorpresa, un lampo di stupore.
Mi annoiano allo sfinimento,
però il livello è quello da tutte le sponde
in mezzo ai regali, ai saluti, alle portate
moto, calcio , donne, panettoni.
Le sfumature, sono per i solitari
Ma fino a che punto sfumarsi?
Fino al punto di creare altri appetiti, altre portate
annientare la noia con fantasie inarrivabili.
La cosa più tetra è sentirsi soli
davanti alla bellezza fine a se stessa,
ha la freddezza della morte.
Mi eccita l’immortalità di un movimento di polso,
un guizzo dolcissimo e autentico
fosse anche il più sporco al mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...