La ballerina di bronzo

Amo quegli artisti che mettono nella loro opera la bellezza grazie alla loro beltà,
che riescono a rendere divina una ballerina in bronzo, un sorriso dipinto o scritto. La bellezza è un handicap, e di solito è offensiva verso la sensibilità, vuole la forza, anche se non l’ammette, a volte una cosa bella ha la delicatezza dei pensieri, ma di pensieri ne è solo l’immagine. La beltà nasce da un sopruso, una ferita antichissima, è diventata completa per una mancanza, e certe cose realizzate dallo spirito degli uomini non generano solo arte ma vita. Per questo oggi avrei voluto comprarmi quella ballerina in bronzo meravigliosa, e non costava neppure troppo cara, non per chi ha un pò di soldi, se potessi riempirei la casa di opere così.

2 comments

  1. Bisognerebbe riflettere se la bellezza è un handicap. Dipende forse da come la si usa. E di quale bellezza parliamo? Esteriore immagino. Ho lustri addosso per capire che conta d’impatto ma in realtà non conta perché come tutto, scorre. Non scorre la zeta che manca nel titolo !!!

    1. Si infatti volevo fare una riflessione sulla differenza della bellezza e della beltà, la seconda è la bellezza interiore, che in alcuni artisti è la manifestazione di una completezza, femminile e maschile, creano la bellezza femminilie nelle loro opere che a volte è più vera di quella che c’è in molte bellezze di carne. Per questo penso che alcune opere d’arte contengano anche spirito e siano “vive”, puù una cosa materiale essere spirituale? Secondo si.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...