Il ballo dei pianeti

Giove vuole abbracci caldi e intensi,
per i tuoi occhi grandi , immensi.
Giove è fortuna tu sei la mia luna
balliamo forte sulla sfortuna.
Diventi piena una volta al mese
nuda come il mondo sul tuo sorriso sprofondo.
Si abbracciano gli arieti con i tori,
attorno al fuoco di un saggio leone
che fa grrrrrr…grrrrrr…grrrrr
ma tu sei una gattina, mia piccola luna
ci sono più stelle che sabbia al mondo,
a noi basta questa fetta di spiaggia cubana,
sopra a questa piazza dal nome strano,
un tabacchino vestito d’arlecchino,
e una notte che fa la puttana.
Si baciano i pesci con i granchi,
si accarezzano i fianchi si lisciano i crampi.
Mercurio corre ha sempre fretta,
ha ali alle caviglie, non fa la ceretta
ma tu lunetta bella salti e balli
e poi mi poggi i piedi perche vuoi che li scaldi.
Mentre fuori fulmini e lampi.
Marte è capriccioso un po’ geloso,
ma noi la guerra l’abbiamo già fatta
lo dice pure l’uomo di latta,
Lunina piccina stammi vicina, che forse sparano ancora.
Urano si annoia, non riposa mai
Plutone è permaloso, e si mette in fila
sarà per il sole troppo lontano,
sarà che di Venere vorrebbe la mano.
Ma noi di queste cose ce ne freghiamo
mia lunosa amante, nella notte non affondiamo.
Saturno fa l’ hula hoop con il tempo,
Nettuno ci confonde nei sogni,
ma tu mia luna bella streghi anche il tempo
e anche quando è buio mi metti il sole dentro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...