Bolle

Esco dall’1, e due immense bolle di sapone volteggiano in mezzo alla strada, una ragazza con quei cosi che fanno le bolle grandi ha appena fatto il suo numero, anche i taxisti in sosta guardano la bolle che navigano verso di noi cambiando forma con i riflessi del crepuscolo, queste delicatezze non erano ancora arrivate fino in Piazza Bengasi, per me è un segno dei tempi, faccio scoppiare la bolla di sapone con un dito prima che tocchi il suolo, poi attraverso la strada, la ragazza delle bolle è rannicchiata sta già raccogliendo le sue cose, le do un euro, si toglie la cuffia dell’Ipad e mi dice “HI! Grazie!” ha uno zaino è bionda, ha l’accento inglese, per forza straniera doveva essere per venire a fare le bolle in un posto di merda come questo. Come quelle farfalle che a volte attraversano il traffico e non sai come sono finite li, ma sono felici lo stesso. Speriamo che torni. Adesso che sto scrivendo questa cosa è già notte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...