Sono sicuro che profumi di matite

Sono sicuro che profumi di matite,

e con la pioggia cambi odore,

hai la pelle asfaltata di amore.

Lampioni che ti farebbero brillare

In una stanza buia, come i poster dei locali,

che ti guardano sempre uguali, spezia di mare.

Chissà a cosa sei imbastardita, tu

quante limonate hai bevuto, per essere così meraviglia?

Con quelle strane dita che intrecciano l’aria tra i bamboo.

vorrei imparare le mie cose perdute,

vicino al tuo cuore immerso tra  ninfeee

 iseni da leggere, senza averli mai visti.

Saresti fatta per pomeriggi da galleggiare,

come le tue mutandine appese al sole,

 non penserei al mondo che porta sempre qui

a questa stanza  dove è inutile anche farsi male.

Ci vorrebbe un tuo dito da succhiare,

per mettersi in coda alla felicità,

 superarla,  ed aspettarla all’uscita.

Sono pieno di errori da sfatare in apparenze,

di un amore che è paura d’invecchiare ,

il solito letto, lo stesso volto

 tra lingue di baci, animali da circo stesi al sole urbano,

 un vento freddo, sulla mia mano

 con una buona connessione Wi Fi

potrebbe sfiorare la tua.

Una specie di mutua perpetua

aprire la bocca sulla tua spalla,

mentre silenzi la vita.

 

Andrea Gruccia

3 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...