Mentre sorridi e mi penetri.

Mentre sorridi e mi penetri.

Sguaino i ricordi come violini dagli astucci
quando non ci sei ogni oggetto mi inquieta un po’.
Ho bisogno di giocare, con la tua schiena
farci scendere biglie colorate
e poi riprenderle in bocca,
come fanno i gabbiani che si tuffano nel mare.
Vorrei che giocassi a flipper con le mie orecchie,
essere il tuo cavallino azzurro,
in un prato di kleenex da sporcare
diventare il vento che modella per un istante
ogni tua curva.
Fare canestro nei tuoi occhi di pioggia.
Mentre sorridi e mi penetri
tirarti le labbra con i denti,
così, delicatamente,
mentre sorridi e mi penetri.

Copyright : Andrea Gruccia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...